Stampaggio: iniezione VS compressione

Come vengono prodotti i nostri pezzi?
Lo stampaggio della gomma può avvenire in diverse modalità poiché a seconda della necessità si possono adottare diverse soluzioni.
Lo stampaggio ad iniezione: viene preferito poiché è un processo ripetibile, prevede l’utilizzo di gomma in strisce continue non preformata, caricata nella macchina tramite una vite senza fine e iniettata nello stampo tramite un pistone.
Questo procedimento riduce i tempi di vulcanizzazione della gomma poiché viene preriscaldata durante la movimentazione.
La macchina inietta la gomma a stampo chiuso con la possibilità di applicare il vuoto prima dell’iniezione riducendo sia lo scarto che la bava.
Lo stampaggio a compressione: solitamente viene utilizzato per piccoli lotti di produzione, colori diversi o materiali particolari poiché richiede un tempo più lungo di vulcanizzazione della gomma rispetto allo stampaggio a iniezione e un maggiore intervento di manodopera.
Il ciclo di lavorazione non prevede il preriscaldamento e per questo motivo richiede più tempo; la vulcanizzazione avviene esclusivamente nello stampo che viene mantenuto ad elevate pressioni e temperature.
Il materiale plastico viene compresso nell’impronta dello stampo preriscaldato, dove si plastifica e prende forma.

Quale scegliere?
Lo stampaggio a iniezione è più indicato per parti più complesse, mentre lo stampaggio a compressione è un’ottima scelta per design di forme basilari molto grandi che non possono esser prodotte con tecniche a estrusione.

Tecnicagasket © 2018 privacy  |  credits |